Caduto nella trappola Warmachine

      Nessun commento su Caduto nella trappola Warmachine

Giusto perché ho pochi interessi, perchè non aggiungerne un altro?

Complice un corso gratuito di pittura di miniature offerto da Slow Play, a cui ho pensato di partecipare per conoscere nuove tecniche, sono entrato nel mondo del wargames tridimensionale.
Warmachine è un gioco in stile fantasy-steampunk ambientato in un mondo chiamato Iron Kingdoms, dove vari eserciti si scontrano e si menano come non mai.
La particolarità di questo gioco è la presenza di due tipi di personaggi, i Warcaster e i Warjack:

Gli eserciti combattono, oltre che con la fanteria ecc, con queste possenti macchine da guerra chiamate Warjack, grossi automi antropomorfi a vapore e comandati appunto dai Warcaster, i generali delle armate che possono compiere tutta una serie di azioni speciali, anche magiche, in virtù delle loro dimensioni e della loro forza bruta.

Primo passo è stata la scelta della fazione: Khador

Da Wikipedia:

all’estremo nord del continente si estende il reame di Khador. I suoi abitanti sono fanatici nazionalisti, temprati dal gelo e dalle intemperie del nord. Gli eserciti Khador usano la forza bruta per prevalere sugli avversari, le loro macchine da guerra sono lente, corazzate e implacabili.

Lo starter set con il battlegroup composto dal Warcaster Sorscha e due Warjack, il Destroyer e il Juggernaut:

Che purtroppo si è rivelato un Mispack, uno starter set con una miniatura errata:

Nonostante questo il servizio clienti della Privateer press è stato impeccabile, e dopo 2 settimane circa ho ricevuto a casa la miniatura di Sorscha corretta, qui di seguito parzialmente colorata e ombreggiata (come imparato al corso di pittura)

Attualmente sto anche partecipando anche alla Journeyman League della mia città con questo battlegroup.

Ciao.

Fonte: Wikipedia

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *